I vigneti
Le nostre terre

I vigneti di proprietà dell’Azienda Vitivinicola Malgrà si estendono oggi su 34 ettari. Sono dislocati per la quasi totalità nei comuni di Nizza Monferrato e Mombaruzzo (AT), area d’eccellenza per la produzione di grandi vini. Tra gli appezzamenti di maggiori rilievo, sotto il profilo qualitativo, si segnalano: Mora di Sassi, Vigna Molina, Vigna del Laghetto, Gaiana e Fornace di Cerreto.

Mora di Sassi

Mora di Sassi è il vigneto sito a Nizza Monferrato e deve il suo nome a un antico muro di contenimento in pietra costruito alla sommità della collina che costituisce una parte importante del Bricco Malgrà. È posto a un’altitudine di 250 metri con un’esposizione Sud/Sud – Est. Qui viene coltivato il solo vitigno barbera allevato secondo il metodo Guyot tradizionale. Il versante, grazie alle particolari condizioni pedo-climatiche, garantisce un vino complesso e strutturato ma elegante e armonico allo stesso tempo, in cui le diverse componenti convivono tra loro in un risultato di grande carattere.

Le Vigne Molina e del Laghetto

Le Vigne Molina e del Laghetto sono appezzamenti di grande tradizione viticola, la prima ha un’altitudine di 220 metri, un’esposizione a Sud/Sud-Est e un suolo di composizione calcareo-argillosa, con prevalenza della componente calcarea.

La Vigna del Laghetto deve invece il proprio nome al piccolo lago che si trova nel fondovalle antistante. Situata a un’altitudine di 230 metri, gode di un’esposizione a Sud/Sud-Ovest. Il terreno, a forte componente calcarea, è vitato a dolcetto e barbera.

La Vigna Molina è coltivata a barbera nella parte alla sommità della collina e a moscato e brachetto nella parte centrale e inferiore. I vigneti offrono uve e vini di corpo, con strutture aromatiche complesse, gradevole acidità e buona beva.

Gaiana

La vigna di barbera in Gaiana si trova a Mombaruzzo e ricorda l’antico insediamento romano di cui rimane il toponimo. Il vigneto, interamente vitato a barbera, si trova a 190 metri di altitudine; il sistema di allevamento è di tipo a Guyot tradizionale. Il clima di quest’area consente di ottenere uve di particolare sapidità, frutto intenso, acidità piacevole e con una naturale propensione alla vendemmia tardiva. All’interno di Gaiana si trova anche il vigneto Cugnexio, coltivato a moscato bianco.

Fornace di Cerreto

La vigna Fornace di Cerreto riprende il nome di un’antica fornace di laterizi presente sulla piana di Cerreto, situata alle porte di Nizza Monferrato. L’altimetria è di 160 metri e il suolo è di composizione calcareo argilloso. La vigna, allevata secondo il sistema Guyot tradizionale, è interamente dedicata alla barbera. Il vino esprime caratteri di naturale forza, ricchezza minerale e sentori complessi tendenti allo speziato.

Ultime news

Qual è la differenza tra «Menzione Geografica Aggiuntiva» e «cru»?

Per capire i vini del Piemonte è necessario comprendere a fondo la questione. Per farlo, abbiamo posto...

Leggi

Tenuta Carretta presenta… Casa Cayega

Cominciano i preparativi per CASA CAYEGA, l’evento che, il prossimo 16 settembre, celebra il Roero Arneis...

Leggi

Al vino non serve il sensazionalismo: un’intervista sul «valore» del vino

Antonio Galloni, uno dei più influenti wine critic al mondo, è recentemente stato a Barolo dove, in...

Leggi