I vigneti
Le nostre terre

I vigneti di proprietà dell’Azienda Vitivinicola Malgrà si estendono oggi su 34 ettari. Sono dislocati per la quasi totalità nei comuni di Nizza Monferrato e Mombaruzzo (AT), area d’eccellenza per la produzione di grandi vini. Tra gli appezzamenti di maggiori rilievo, sotto il profilo qualitativo, si segnalano: Mora di Sassi, Vigna Molina, Vigna del Laghetto, Gaiana e Fornace di Cerreto.

Mora di Sassi

Mora di Sassi è il vigneto sito a Nizza Monferrato e deve il suo nome a un antico muro di contenimento in pietra costruito alla sommità della collina che costituisce una parte importante del Bricco Malgrà. È posto a un’altitudine di 250 metri con un’esposizione Sud/Sud – Est. Qui viene coltivato il solo vitigno barbera allevato secondo il metodo Guyot tradizionale. Il versante, grazie alle particolari condizioni pedo-climatiche, garantisce un vino complesso e strutturato ma elegante e armonico allo stesso tempo, in cui le diverse componenti convivono tra loro in un risultato di grande carattere.

Le Vigne Molina e del Laghetto

Le Vigne Molina e del Laghetto sono appezzamenti di grande tradizione viticola, la prima ha un’altitudine di 220 metri, un’esposizione a Sud/Sud-Est e un suolo di composizione calcareo-argillosa, con prevalenza della componente calcarea.

La Vigna del Laghetto deve invece il proprio nome al piccolo lago che si trova nel fondovalle antistante. Situata a un’altitudine di 230 metri, gode di un’esposizione a Sud/Sud-Ovest. Il terreno, a forte componente calcarea, è vitato a dolcetto e barbera.

La Vigna Molina è coltivata a barbera nella parte alla sommità della collina e a moscato e brachetto nella parte centrale e inferiore. I vigneti offrono uve e vini di corpo, con strutture aromatiche complesse, gradevole acidità e buona beva.

Gaiana

La vigna di barbera in Gaiana si trova a Mombaruzzo e ricorda l’antico insediamento romano di cui rimane il toponimo. Il vigneto, interamente vitato a barbera, si trova a 190 metri di altitudine; il sistema di allevamento è di tipo a Guyot tradizionale. Il clima di quest’area consente di ottenere uve di particolare sapidità, frutto intenso, acidità piacevole e con una naturale propensione alla vendemmia tardiva. All’interno di Gaiana si trova anche il vigneto Cugnexio, coltivato a moscato bianco.

Fornace di Cerreto

La vigna Fornace di Cerreto riprende il nome di un’antica fornace di laterizi presente sulla piana di Cerreto, situata alle porte di Nizza Monferrato. L’altimetria è di 160 metri e il suolo è di composizione calcareo argilloso. La vigna, allevata secondo il sistema Guyot tradizionale, è interamente dedicata alla barbera. Il vino esprime caratteri di naturale forza, ricchezza minerale e sentori complessi tendenti allo speziato.

Ultime news

Rosé dei Ronchi Brut Metodo Classico, 120 mesi in rosa

Le feste natalizie vedono due nuove etichette di Malgrà sul mercato. Dopo aver presentato il Col dei Ronchi...

Leggi

Col dei Ronchi Brut Metodo Classico Cuvée, 120 mesi di emozioni

Malgrà firma una nuova etichetta di prestigio, un Brut Metodo Classico Cuvée lasciato sui propri lieviti...

Leggi

Qual è la differenza tra «Menzione Geografica Aggiuntiva» e «cru»?

Per capire i vini del Piemonte è necessario comprendere a fondo la questione. Per farlo, abbiamo posto...

Leggi