L'azienda e
la sua storia

L’azienda vitivinicola Malgrà ha sede a Mombaruzzo, nel cuore del Monferrato astigiano, in un’area dove il fascino, i colori e i profumi della viticoltura sono intensi, costituendo da sempre un emozionante palcoscenico naturale.

La storia vede protagoniste due famiglie di vignaioli, i Bonfante e i Chiarle che, fin dall’inizio del ‘900, hanno fatto del mondo della vite e del vino la loro ragione di vita. Prima coltivando il vigneto e vendendo le uve, come i loro padri e i padri dei padri, poi associandosi per trasformare la propria produzione in vino consolidando, nei decenni, un fiorente mercato di prossimità basato sulla fiducia e sulla confidenza di una qualità affidabile e costante.

Malgrà - L'azienda e la sua storia

Malgrà nasce a metà degli anni ’90, quando Giorgio Chiarle decide di avviare un nuovo progetto vinicolo imprenditoriale: lascia la società con i cugini Bonfante e riunisce attorno a sé nuove forze, con l’obiettivo di dare vita a una realtà che rappresenti un salto di qualità rispetto al passato sul piano produttivo, tecnico e commerciale, necessario per riuscire a competere nel più ampio mercato nazionale e, soprattutto, internazionale.

Così Malgrà, unendo passione e competenze diverse, si presenta al pubblico con vini che basano le loro fondamenta su un rapporto profondo e virtuoso tra l’uomo e la terra, tra l’uomo e la vigna.

Fin dai suoi primi passi Malgrà si richiama a una sorta di ideale patto con il vigneto, in realtà un connubio improntato sulla comprensione delle dinamiche e delle necessità legate alla coltivazione e sul rispetto dei tempi dettati dalla natura. In sintesi, assecondando la vocazione dei diversi territori del vino del Piemonte: Monferrato, Langhe, Roero.

Infatti è la terra, con le sue qualità, a dettare i tempi, i modi, l’espressione del carattere dell’uva e quindi dei vini.

Malgrà deriva il proprio nome da un termine popolare utilizzato per indicare una persona considerata sui generis, un po’ veggente e un po’ sognatrice, quasi un sensitivo, profondamente legato alla terra, e in modo particolare, ai prodotti che, con il contributo dell’uomo, da essa prendono vita, come il vino.

Nel nome, quindi, una missione: quella di produrre i grandi vini del Piemonte. Così nascono i vini bianchi, con la loro migliore espressione del Gavi DOCG e del Moscato d’Asti DOCG e i vini rossi, o dolci (Brachetto d’Acqui e Brachetto d’Acqui spumante, entrambi DOCG) o secchi, prodotti con il vitigno barbera che in Monferrato raggiunge vette di eccellenza assoluta con il Nizza DOCG e il Barbera d’Asti DOCG, nelle versioni “frizzante” e classica, oppure nella tipologia “superiore”.

Oggi Malgrà è parte di Terre Miroglio Family Estates, il gruppo che riunisce tutte le proprietà vitivinicole della famiglia Miroglio. Oltre a Malgrà ne fanno parte anche Tenuta Carretta, a Piobesi d’Alba, nel cuore del Roero, e la Edoardo Miroglio Winery di Elenovo, in Tracia (Bulgaria).

Ultime news

Torna Nizza è Barbera, l’appuntamento annuale con i produttori del Nizza Docg

Sabato 13 e domenica 14 maggio, nel piccolo centro di Nizza Monferrato, sarà la volta di Nizza è Barbera,...

Leggi

Le strane forme delle viti di un tempo, veri esempi di “arte” naturale. Il vigneto “Mora di Sassi”

Continua il racconto della bella passeggiata fatta con Giorgio Chiarle qualche settimana fa, tra i nostri...

Leggi

Identità e tendenza: il restyling delle etichette dei vini classici Malgrà

È con vero piacere che vi presentiamo il nuovo restyling della linea classica dei vini Malgrà, realizzato...

Leggi